LA MIA CITTA' A FERRAGOSTO

La parte nuova della mia città, Rossano, definita “scalo” a Ferragosto si svuota. Sia gli autoctoni che i turisti trascorrono quasi tutta la giornata “fuori porta”. Ma poi verso le 18, come d’incanto, si ripopola nel centro storico. Perché è il giorno della festa della Santa Patrona: la Madonna dell’Achiropita (creata non da mano umana). E allora la città si riscalda e raccoglie tutti i rossanesi della diaspora, che vivono fuori per studio, per lavoro, per amore e che tornano per la festa. Messa, processione, bancarelle, giostre, mostre, concerto nella piazza principale e fuochi pirotecnici sono gli ingredienti che riempiono la festa popolare più sentita della città. E’ un rito religioso e pagano che si ripete da decine di anni, il 14 e il 15 di agosto.

loading